Madre Speranza cenni biografici

30 settembre 1893 nacque Madre Speranza di Gesù a Santomera in Spagna, primogenita di nove fratelli.
Trascorse i primi anni di vita nella sua poverissima famiglia. A sette anni fu accolta nella casa del parroco.

15 ottobre 1914, festa di Santa Teresa di Gesù, con il proposito di diventare come lei una grande santa, entrò nell’Istituto delle Figlie del Calvario, di seguito Congregazione delle Religiose di Maria Immacolata, Missionarie Claretiane.

Madre_Speranza Madre Speranza

Con il passare del tempo, diventò sempre più chiara la missione che la Divina Provvidenza le voleva affidare, per potersi dedicare a tale missione con maggiore libertà, Madre Speranza chiese la dispensa dai voti religiosi.

La notte di Natale del 1930 a Madrid, fondò la Congregazione delle Ancelle dell’Amore Misericordioso, la loro missione era di far conoscere l’Amore Misericordioso come un Padre pieno di bontà mediante la pratica delle opere di misericordia. In pochi anni nel centro-nord della Spagna costruì una decina di case d’accoglienza.

Nel 1936 Madre Speranza lasciò la sua Patria e si trasferì a Roma, in Via Casilina. La permanenza a Roma durò circa quindici anni e vide: l’organizzazione di una mensa sociale per molti poveri, sfollati, operai durante la seconda guerra mondiale, la costruzione della nuova casa generalizia delle Ancelle e l’accoglienza di numerose bambine nel collegio.

Il 15 agosto 1951 fondò a Roma la Congregazione maschile dei Figli dell’Amore Misericordioso. Tre giorni dopo, si trasferì definitivamente nel piccolo paese di Collevalenza, in diocesi di Todi, dove avrebbe trascorso l’ultimo trentennio della sua vita.

A Collevalenza Madre Speranza visse gli anni della sua maturità spirituale ed apostolica, durante i quali si dedicò alla costruzione del grande complesso architettonico del Santuario dell’Amore Misericordioso, consacrato nel 1965. Qui Madre Speranza presenta il messaggio dell’Amore Misericordioso e offre l’Acqua del Santuario, quale segno e strumento della Grazia divina con i suoi benefici sia spirituali che corporali.

Il 22 novembre del 1981 il Santo Giovanni Paolo II, dopo pochi mesi dall’attentato in Piazza San Pietro, si recò in visita al Santuario. L’anno successivo il Santuario ottenne il riconoscimento di Basilica Minore.

Madre_Speranza_Papa

Il Santo Papa Giovanni Paolo II incontra Madre Speranza

Madre Speranza morì serenamente il giorno 8 febbraio 1983, all’età di quasi 90 anni. Il suo corpo, come aveva desiderato, riposa nella cripta del Santuario dell’Amore Misericordioso di Collevalenza, circondata dalla venerazione dei Figli e delle Figlie spirituali e dei numerosi pellegrini, provenienti da ogni parte del mondo.

La fama di santità e miracoli continuò anche dopo la sua morte.
Il 23 aprile 2002 la Chiesa, dopo aver riconosciuto le sue virtù eroiche, l’ha proclamata Venerabile.

Il 5 luglio 2013 il Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, Cardinale Angelo Amato SDB – con il consenso di Papa Francesco – ha firmato il Decreto per la Beatificazione della Venerabile Madre Speranza di Gesù Alhama Valera.

La Beatificazione avrà luogo a Collevalenza il 31 maggio 2014.

DONA ORA