ALBERO-GIOVANNINO

Il progetto pedagogico “L’Albero Giovannino”

Il progetto pedagogico “L’Albero Giovannino”

Al Centro Speranza, da circa tre anni, è stato avviato un progetto di lettura e rielaborazione delle emozioni con la collaborazione dei volontari del circolo LaAV – letture ad alta voce – di Perugia. La promotrice di quest’attività è stata Gabriella La Rovere, mamma di Benedetta, una ragazza che frequenta il Centro Speranza. Gabriella con il suo entusiasmo ha coinvolto nel tempo tante persone cui va il nostro più sincero ringraziamento.

Un progetto pedagogico per sua natura ha la caratteristica di essere in divenire e mai statico. Ciò significa che può succedere che l’idea iniziale muti e si adatti alle esigenze dei nostri ragazzi. La naturale trasformazione dipende chiaramente dalle emozioni provate sia dai ragazzi ma anche da noi educatori. Così, in alcuni gruppi classe, il laboratorio di lettura ha introdotto l’utilizzo di strumenti musicali creando situazioni di grande emozione.

Noi educatori (Silvia Filoia e Angelo Savina ndr), stimolati dalle considerazioni dei ragazzi e dalle emozioni provate durante l’ascolto, siamo andati verso un dialogo sensoriale oltre che verbale, per sostenere i nostri ragazzi a tirare fuori emozioni e sensazioni.

Il Trattamento Pedagogico Globale che ci “illumina” qui al Centro Speranza opera proprio in questo senso e i laboratori non restano mai uguali a se stessi ma mutano ricercando il benessere psico-fisico dei nostri ragazzi. Per avere un compagno di viaggio tangibile che ci seguisse durante i viaggi interiori alla scoperta delle emozioni suscitate dalle storie lette, è nato il laboratorio creativo “L’Albero Giovannino”. I ragazzi hanno costruito, con il nostro aiuto, un albero, con una base di legno e una struttura in fil di ferro per il tronco. La copertura in cartapesta ha riprodotto la sensazione della corteccia. Abbiamo fatto in modo che i rami fossero rimovibili per permettere maggiore facilità nella realizzazione e per facilitare le fasi di ornamento dell’albero. L’albero è un compagno di viaggio che rappresenta un punto di riferimento e aiuta i nostri ragazzi a percepire il trascorrere del tempo, per elaborare i sentimenti scaturiti dalle letture di storie e filastrocche.

I ragazzi incoraggiati dalla lettura tirano fuori emozioni, desideri, esperienze personali. I libri sensoriali facilitano l’ascolto attivo, il ragionamento e il confronto. In questa graduale scoperta di se stessi, i ragazzi hanno aumentato la coscienza del loro vissuto e la percezione temporale del qui e ora. Parallelamente alla costruzione di questo puzzle di emozioni abbiamo costruito l’Albero Giovannino trasformando così i sentimenti in creatività. L’Albero Giovannino accompagna i nostri ragazzi durante il cambiamento delle stagioni e delle emozioni infatti i quattro temi principali del progetto sono: l’Autunno e i suoi colori – l’Inverno: il Natale, la neve e il gelo, il carnevale – la Primavera: i suoi profumi e colori, la Pasqua – L’estate: il sole e il mare.

Gli obiettivi sono molteplici:la condivisione delle emozioni, la percezione dell’evolversi del tempo, il valore della collaborazione, la promozione dell’espressione della propria originalità e creatività.

 

Condividi suTweet about this on TwitterShare on Facebook