Anche quest’anno è giunta l’ora di andare in vacanza!

A giugno si rinnova il tradizionale appuntamento con i soggiorni estivi insieme agli educatori, ai terapisti e a tanti giovani volontari, che conoscono il Centro Speranza e sono in grado di prestare sostegno ai bimbi e ai ragazzi che vengono loro affidati, vivendo questa esperienza con forte coinvolgimento.

Una settimana di giornate di sole, di mare, di piacevoli passeggiate e di serate in allegria. I soggiorni estivi non sono semplici vacanze per disabili, ma un momento prezioso di socializzazione e d’inclusione sociale oltre che di benessere per la loro delicata salute psicofisica.

La preparazione dei soggiorni estivi richiede un notevole impegno e consistenti risorse, sia per il numero di persone coinvolte, sia per la complessità degli aspetti organizzativi e logistici di cui si deve tener conto. Anche la scelta delle località turistiche è un fattore importante per offrire attrattive e iniziative nelle quali poter coinvolgere i bambini e i ragazzi: durante il soggiorno vengono, infatti, organizzate attività ricreative per far vivere loro nuove esperienze. Inoltre, l’alloggio come l’accesso al mare, devono essere accessibili e adeguati alle necessità delle persone con disabilità.

Quest’anno gli educatori del Centro Speranza hanno collaborato, si sono confrontati per pianificare al meglio i soggiorni e hanno presentato dei progetti per rispondere alle diverse esigenze dei bimbi e dei ragazzi che sarebbero partiti. Si è pensato alle diverse condizioni psicofisiche, all’età, ai bisogni di riposo, di socialità e d’inclusione e alla possibilità di usufruire di servizi ricreativi come bar, negozi e località più turistiche per il bisogno di svago dei ragazzi più autonomi. Sono stati formati tre piccoli gruppi e sono state scelte tre località diverse.

I primi a partire, sabato 13 giugno, saranno i più piccoli, destinazione San Felice Circeo (LT) sul litorale laziale, una località accessibile che ha ospitato per tanti anni anche gli altri ragazzi. La settimana successiva, partiranno gli altri due gruppi. I ragazzi più grandi e con disabilità più importanti, andranno a Tortoreto Lido (TE) sulla riviera abruzzese, in un villaggio immerso nel verde, con ambienti semplici e funzionali e un’ampia spiaggia per offrire una soluzione adatta anche a chi è in carrozzina. Per i ragazzi con disabilità lievi e moderate il soggiorno si svolgerà a Gatteo a Mare (FC) sulla riviera romagnola, una località adatta al loro bisogno di svago e di divertimento per fare nuove conoscenze e scoprire nuovi stimoli. Un albergo e una cittadina di mare dove poter esprimere le proprie capacità in modo più autonomo e spontaneo, per acquisire maggiore indipendenza, mettendo alla prova le proprie abilità in situazioni diverse dall’abituale quotidiano, in ambienti accoglienti ma nuovi rispetto a quelli in cui sono soliti muoversi.

I soggiorni estivi rappresentano un’attività storica del Centro Speranza: all’inizio erano piccoli gruppi che da Fratta Todina si spostavano per qualche giorno in collina nella casa di San Giuseppe a Montecchio (TR), poi, con il tempo, quando i gruppi hanno iniziato ad allargarsi, cominciarono ad andare in agriturismo nelle Marche. Da allora, questo appuntamento, ha assunto sempre maggiore importanza e non è mai mancato, soprattutto grazie alla disponibilità degli operatori.

L’esperienza dei soggiorni è molto impegnativa per gli accompagnatori che sono chiamati a lavorare, a tempo pieno, per una settimana. Ogni bambino o ragazzo disabile, infatti, è seguito da almeno un responsabile al quale viene dato l’importante compito di assisterlo costantemente, guidarlo, accompagnarlo negli spostamenti, aiutarlo a comunicare, instaurando relazioni libere e spontanee caratterizzate dalla “reciprocità”: un’esperienza umanamente intensa e coinvolgente dalla quale lo stesso accompagnatore, ne tornerà arricchito in termini di emozioni, affetto e conoscenza e che difficilmente dimenticherà.

 

Si parte!

Aiutateci a realizzare questa importante attività anche per il prossimo anno.
dona_ora

 

 

 

condividi su Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
Pubblicato in centro speranza, news
DONA ORA