“Aggiungi un posto a tavola” e la solidarietà salverà il mondo

Aggiungi un posto a tavola - la commedia musicale al Centro Speranza

Quando la società moderna sembra aver lasciato nel dimenticatoio i bisogni delle persone con disabilità, i ragazzi e gli operatori del Centro Speranza offrono al pubblico l’occasione per riflettere e restituire dignità e giustizia alla loro fragile condizione umana.

L’appuntamento è fissato a sabato 19 settembre alle ore 8.30 sul palcoscenico “di casa” andrà in scena la commedia musicale “Aggiungi un posto a tavola” liberamente tratta dall’omonima pièce teatrale. La musica dal vivo, la straordinaria partecipazione dei “Cantori di Perugia” diretti dal M° Vladimiro Vagnetti e Giorgio Masciocchi, interprete della voce di Dio e del narratore, faranno da cornice dell’esibizione.

«Il teatro, attraverso le storie, restituisce voce e spazio ai ragazzi con disabilità. – Spiegano gli educatori – attraverso l’esperienza teatrale, il Centro Speranza promuove l’idea che la disabilità non deve essere considerata una malattia bensì una condizione di vita, un modo di rapportarsi con gli altri e con il mondo.»

Il messaggio portato in scena dai ragazzi con disabilità è ironico, si toccano punte di forte ilarità e, al tempo stesso, vuole riflettere sulla condizione della persona disabile nel nostro tempo.  Lo spettacolo vuole essere una denuncia ai problemi che le persone disabili affrontano quotidianamente. Dalla difficoltà a trovare libero il parcheggio che dovrebbe essergli riservato, ad argomenti rilevanti come i tagli alla Sanità e la gestione dei servizi necessari per la loro esistenza da parte degli enti preposti.

Gli spettatori saranno invitati a prendere parte allo spettacolo, diventeranno compagni di viaggio di questi singolari attori, in un percorso emozionante che li porterà a comprendere i loro bi-sogni.

Lo spettacolo è il frutto di un lavoro di circa un anno durate il quale, gli operatori del Centro Speranza, hanno accompagnato i ragazzi con disabilità a fare propria l’esperienza teatrale.

L’obiettivo educativo dell’attività teatrale è di lasciare le persone con disabilità (intellettive e fisiche anche gravi) di essere libere di rappresentarsi sulla scena “così come sono” con la loro fisicità, con le loro idee ed emozioni. L’attività teatrale agisce sulla loro autostima e sulla loro capacità di inserirsi nella comunità: aspetti necessari per il benessere delle persone con disabilità.

INGRESSO GRATUITO
Info: 075.8745511

 

condividi su Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+
Pubblicato in appuntamenti, centro speranza, news
DONA ORA